Il codice etico del fotografo Naturalista

La fotografia Naturalistica che si concentra sulla ripresa di soggetti naturali (Animali, Piante o paesaggi) è un genere che sta avendo una rapida espansione.

La vera fotografia naturalistica adotta un codice etico molto forte che impone al fotografo di non essere solo un mero documentatore delle bellezze naturali ma di impegnarsi nella conservazione della biodiversità minimizzando l’impatto sull’ambiente. Vorrei lasciarvi una breve lista di regole etiche che possa fungere da linee guida o spunto di riflessione per tutti coloro che desiderano avvicinarsi alla fotografia naturalistica.

  1. Il fotografo naturalista deve rappresentare il mondo naturale con una visione realistica come un vero e proprio documentarista, pertanto non bisogna cercare di creare situazioni artificiose per rendere la composizione più piacevole o appariscente.
  2. Quando fruiamo del territorio per fare le nostre foto dobbiamo addottare tutte le precauzioni perchè la nostra attività possa essere sostenibile e non rappresentare una fonte di pericolo, perturbazione o disturbo degli ambienti e degli animali.
  3. Mai spaventare un animale per avere una ripresa in movimento o innescare una reazione. La fuga è il metodo di difesa più efficace per gli animali ma implica un enorme dispendio di energia e rappresenta una fonte di stress fisiologico che può essere molto negativo per la salute dello stesso. Innescare volontariamente la fuga di un animale può anche esporlo al rischio di incidenti o di venir individuato da un predatore.
  4. Non modificare l’ambiente per scattare foto migliori. Ad esempio recidere le piante intorno ad un orchidea o ridurre la vegetazione per fotografare un soggetto.

5. Non fotografare nidi o nidiacei, basta mettere in allarme i genitori anche una volta per spingerli ad abbandonare il nido o la tana.
6. Non foraggiare gli animali od utilizzare atrattivi. La fauna è in equilibrio con l’ambiente in cui vive e fornire cibo per renderli più confidenti con l’uomo e farli avvicinare è un comportamento molto dannoso. Gli animali confidenti che si avvicinano all’uomo o alle case sono esposti a molti più rischi (possono essere investiti più facilmente, possono venire in contatto con gli animali domestici, possono venire cacciati o bracconati e alterano la percezione dell’uomo nei loro confronti). Il becchime per gli uccelli rappresenta un eccezione a questa regola e se eseguito correttamente non è molto dannoso e può essere anche positivo in inverni rigidi.
7. Non usare richiami elettroacustici o sonori (sono espressamente vietati dalla legge) possono alterare il comportamento degli animali.
8. Impara a conoscere le specie e gli habitat che fotografi. Non concentrarti a fotografare solo i soggetti più appariscenti ma impara a capire la natura che ti circonda, potrai così crescere come persona e come fotografo.

Adottando questi comportamenti possiamo contribuire alla conservazione della natura e allo stesso tempo godere delle sue bellezze.

Buoni scatti a tutti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...