Nel mondo degli ululati dal lupo allo sciacallo

Gli ululati sono forse le vocalizzazioni più conosciute che emettono i canidi selvatici ma non le sole. In questo articolo parleremo in particolare di quelle del lupo e dello sciacallo dorato. 
Le vocalizzazioni nel mondo dei canidi selvatici sono rappresentate da una vasta gamma di suoni utilizzati per comunicare informazioni molto diverse! Possono essere utilizzate per comunicare con i membri dello stesso branco oppure con branchi e individui estranei.
Sia il lupo sia lo sciacallo dorato sono animali sociali che vivono in branchi territoriali e nel corso dell’evoluzione hanno sviluppato un apparato uditivo sensibilissimo e la capacità di emettere ululati molto potenti che possono essere uditi a diversi chilometri di distanza. Per capire quanto possono essere forti; il lupo può superare i 100 decibel ululando e la normativa italiana impone l’uso di dispositivi di protezione individuale (es. cuffie) se il suono supera gli 85 decibel.
Sciacalli e lupi non ululano soltanto, il loro repertorio comunicativo è molto più complesso, infatti possono anche abbaiare, ringhiare, gemere, ululare, emettere un tipico guaito uggiolato (yip howl) e combinare questi suoni insieme.
Per farvi capire quanto possono essere diverse le vocalizzazioni di seguito vi proponiamo questi video in cui vi consigliamo di munirvi di cuffie ed alzare il volume.

Video di Io non ho paura del lupo

In questo video degli amici di Io non ho paura del lupo potete sentire il profondo e ancestrale suono dell’ululato emesso dal lupo. Nel corso del video si può sentire come questo suono prolungato venga modulato e diventi più acuto. Nel video si sente anche un esemplare di allocco, un rapace notturno con una vocalizzazione particolare.

In questo video invece si può sentire il caratteristico ululato corale (cioè di più individui) di sciacallo dorato. La vocalizzazione ha questa particolare struttura del spettrogramma acustico che vedete nell’immagine sottostante. Inizia con un ululato emesso da un individuo a cui poi si agganciano altri animali ed iniziano le modulazioni (i cambi di tono), per poi finire con la sequenza di yip howl, brevi e acuti.

Spettrogramma dell’ululato corale di sciacallo

Lupi e sciacalli, vocalizzano ed ululano per motivi molto diversi, come p.es. rivendicare una risorsa alimentare, delimitare i confini del proprio territorio, comunicare e coordinare gli spostamenti del branco. In questo ultimo video possiamo vedere un individuo di sciacallo ululare nei pressi di una risorsa alimentare (vecchia carcassa) e durante l’ululato alzare la testa e spostarla leggermente a destra e sinistra per amplificare il raggio di diffusione del suono.

Infine il mondo degli ululati è molto più di questo, da alcuni studi, più sviluppati per il lupo e ancora preliminari per lo sciacallo, si è scoperto che ogni branco ha la propria firma acustica, un’impronta digitale unica.

Se l’articolo vi è piaciuto e lo ritenere interessante sentitevi liberi di condividerlo!
Per restare aggiornati sulle nostre attività, corsi online, escursioni e articoli potete iscrivervi alla newsletter, che trovate nella sezione CONTATTI o iscrivervi al canale Telegram !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...